La Cultura dell’ostrica è la Nostra Passione – Perla n°2

03/06/2016 - Tipologie di ostriche


Le ostriche si dividono principalmente in due tipologie: le ostriche PIATTE e le ostriche CONCAVE.

Ostrea edulis, conosciuta come ostrica piatta.
Ha una conchiglia rotondeggiante, irregolare e con superficie rugosa, l’ostrica piatta d’eccellenza è la Belon: vive in un’area dove l’acqua di mare si mescola con la foce del fiume Belon due volte al giorno, al momento dell’alta marea, creando delle condizioni uniche per lo sviluppo del frutto e conferendogli, così, un sapore che ricorda l’aroma di nocciola, con un gusto delicato e una grande carnosità, quasi croccante.

Quella più diffusa invece è l'ostrica concava, Crassostrea gigas, la cui conchiglia è generalmente oblunga.
Questa specie, nativa del Pacifico, rappresenta la tipologia più conosciuta e grazie alla sua capacità di adattamento ai vari ambienti, è la più coltivata al mondo, in particolar modo in Europa.
La Spéciales Gauloise è la più rinomata tra le ostriche concave, attualmente medagli d’oro al Concours Général Agricole - Paris 2016, si contraddistingue per il suo sapore intenso e marcata sapidità ma dal retrogusto dolce.
© 2010 La Piazzetta del Pesce - P.IVA 03347510160. All rights reserved. | Condizioni di vendita | Privacy policy
Facebook YouTube Google+